menu a discesa

Movimenti della Luna e del sistema Terra-Luna

 

Il moto di traslazione

Nel compiere il suo moto attorno al baricentro del sistema Terra-Luna, naturalmente la Luna si sposta, insieme al nostro pianeta, anche intorno al Sole. Ne deriva un movimento di traslazione che si effettua nello stesso senso e con la stessa velocità angolare con cui la Terra compie il suo moto di rivoluzione.

Considerando questo movimento rispetto al Sole, la curva descritta dalla Luna nello spazio si complica notevolmente e non può essere rappresentata da un’ellisse regolare. La traiettoria lunare riferita al Sole è una specie di ovale deformata, un po’ sinuosa, che taglia l’orbita terrestre 24 o 25 volte, scostandosene leggermente ora verso l’esterno ora verso l’interno (figura 6). Essa viene chiamata epicicloide e presenta la caratteristica non comune di rivolgere la sua concavità sempre dalla parte del Sole. La Luna è, infatti, l’unico «satellite» del Sistema solare la cui orbita è sempre concava verso il Sole, analogamente a quelle dei pianeti. Questo è un motivo in più per considerare la Luna come un «pianeta».

L'epicicloide

ingrandisci

Figura 5. Un tratto della curva descritta dalla Luna nel movimento di traslazione che essa compie, assieme alla Terra, intorno al Sole. La figura è in parte semplificata: nella realtà l’orbita terrestre non viene descritta esattamente dal centro della Terra, ma dal baricentro del sistema Terra-Luna; inoltre, come sappiamo, l’orbita della Luna intorno alla Terra è ellittica. Il tratto di epicicloide lunare qui raffigurato corrisponde allo spostamento che si verifica durante un mese sinodico. Durante un anno l’orbita di traslazione lunare «incrocia» l’orbita della Terra 24 o 25 volte, scostandosene tanto poco da mantenere la sua concavità rivolta sempre verso il Sole. A differenza della Luna, tutti i satelliti del Sistema solare descrivono orbite di traslazione più ondulate, che si presentano a tratti concave e a tratti convesse rispetto al Sole. Nella figura è indicata anche la durata del mese sidereo e appaiono i differenti aspetti di illuminazione della Luna che noi osserviamo dalla Terra nel corso di un mese sinodico (vedi figura 16, pagina successiva).